<!– Salma! –>

Non mi riferisco alla Hayek, che pure meriterebbe di essere
approfondita. “Salma” è la mia espressione preferita per designare una
donna che, diciamo così, nell’intimità non mostra un trasporto
eccessivo. Nella mia esperienza personale (ovviamente limitata) molte salme sono magre, ma neanche le cicciottelle sono immuni dalla salmite.

In russo la parola normale per esprimere questo concetto è бревно (brevno), “ciocco, tronco, pezzo di legno”, il che va a braccetto con l’uso figurativo di “pezzo di legno” che abbiamo anche noi, o con lo
“(sleeping like) a log” dell’inglese.

Per trovare un’espressione un po’ più aliena bisogna arrivare in Giappone, dove invece dicono 鮪 [まぐろ] (maguro), “tonno”, il che mi fa schiattare dal ridere ogni volta che ci penso. A parte l’immagine di questa cosa enorme e fredda che giace nel letto aspettando con rassegnazione che io “mi faccia i fatti miei”, c’è un episodio divertente collegato alla questione.

Un giapponese normale che cerchi di pronunciare la parola italiana “magro” dirà esattamente “maguro”, data la fonetica della loro lingua.
Stavo parlando con la mia amica J., che parla un po’ italiano, in presenza di altre che invece non ne capivano una parola – a parte bello spaghetti pizza ammore.

Si sa che gli italiani gesticolano sempre; fedele alle mie origini, mi capitò di fare quel gesto che in Italia a volte si usa per indicare magrezza (esibire il dito mignolo col dorso rivolto all’interlocutore) e dissi contemporaneamente “magro”. Alcune delle astanti strabuzzando gli occhi misero la mano davanti alla bocca – atteggiamento che in molti paesi dell’Asia compreso il Giappone indica inequivocabilmente ilarità. Sapevo della parola, ma non del mignolo. La mia amica mi spiegò che in Giappone il gesto del ditino significa “relazione extra-coniugale”. Probabilmente si chiedevano che cazzo ci facevo con un’amante così inadeguata.

Chi sa suggerire altri modi di esprimere questo concetto di “salma”? Italiano, dialetti o lingue straniere, va tutto bene; qui non si butta niente.

Advertisements