<!– Dirottatori dello spazio –>

Sono da anni membro di una compagine hi-tech e transnazionale di agitatori pazzi e anarcoidi. L’ammissione non è per tutti. Ci sono prove terribili da superare: ogni agente deve dimostrare che non rivelerà i nomi degli altri neanche sotto tortura (c’è da dire, per chi volesse provare a torturarmi, che non so neanche un nome a parte quelli presumibilmente fittizi che usiamo per rivolgerci l’un l’altro).

In qualità di Dirottatori dello spazio (così ci chiamiamo), sono
nostri nemici giurati le catene di negozi – specialmente Starbucks e
McDonald’s – e i mercanti d’armi.

Abbiamo organizzato: distribuzione gratuita di sandwich al cetriolo
col tè di fronte ai McDonald’s; distribuzione di caffè fatto in casa di
fronte a Starbucks. In tutti i casi, il management del franchising preso
di mira è stato lesto a far intervenire le forze dell’ordine. Per domani
è programmato un evento al quale purtroppo non potrò partecipare (la sede è a Londra, dove si svolgono gran parte delle azioni) e del quale non posso anticipare il luogo (le spie s’infiltrano numerose! Il nemico ascolta!). Posso però rivelare qualche interessante fatterello.

Mayday 2008 is the 300th anniversary of the last free Mayday before
the Grand Jury suppression of the traditional May Fayre in central
London; a riotous, raucous celebration of fertility and freedom. From
the 1st of May each year, and for up to two weeks afterwards, the
people stopped working, rejected their normal routines then danced,
drank, laughed and made love in the streets, jeering at the
controlling figures of the Church and State, and turning everything
they could upside down.

It was known as such “a nursery of vice and debauchery”, that after
1708 the authorities, having had enough of this dangerous freedom and
subversion, shut it down. Although there were some attempts at
reviving it, the creeping spectre of gentrification made sure it
couldn’t continue, as the area of the fayre was gradually built over
with palaces and playgrounds for the rich.

To commemorate this significant anniversary, and the still thriving
tradition of over the top state control, the Space Hijackers and the
Metropolitan Police proudly present a collaborative re-enactment of
the end of this traditional event. Our modern-day interpretation
of the cycle of uprising and suppression is in keeping with the
attempted repression of parties, protests and gatherings enacted by
the state throughout the ages.

** In act one, the Space Hijackers will be inviting people to join a mayday street party in XXX, with music, bands, food and revelry. This will be later followed by the Metropolitan Police Players, who will be re-enacting a classic clamping down on civil liberties and freedom of the people. **

MAYDAY MEETING POINTS

1) Space Hijackers, Peasants, Aristocracy, Performers, Merchants,
Peddlers, Strumpets and Virgins

Meet in XXX by XXX tube, we will then head off to XXX at 2:03pm
promptly.

2) Metropolitan Police, Fools, Soldiers and Vagabonds
Meet outside XXX tube station, we will then head off to
XXX at 2:34 promptly

Please note it is very important you do not join the wrong meeting
point, otherwise you will look like a total fool!

Call this number for live updates of where we will be –
075XXXXXXXX

Things to bring:
Musical Instruments, Corsets, Hay, Farm Animals, Food to share,
Drinks, Manure, Stocks, Maypoles, Venetian Masks, Mummers, Police,
Flags, Umbrellas, Revolutionary Fervour, Barricades, Mead, Babies and
Royalty

Sembra divertente, eh? Da un lato idromele, letame, animali da cortile, bambini, aristocratici e membri della famiglia reale; dall’altro finti poliziotti e soldati che picchiano e arrestano. Ebbene, divertente lo è. Amo questa vena di pazzia 🙂

Le operazioni più spettacolari sono avvenute al DSEi, la più
importante fiera commerciale per mercanti e acquirenti d’armi al mondo,
che si svolge all’Excel Centre nei Docklands di Londra. La prima volta i
Dirottatori si sono presentati vestiti da businessmen, ma le loro
valigette contenevano braccia artificiali, sex toys e altre protesi
(“arm fair” può significare non solo “fiera delle armi”, ma anche “fiera
delle braccia”). Purtroppo il servizio d’ordine è stato lesto a
smantellare il gruppo non appena abbiamo incominciato a esibire la
nostra mercanzia. La volta successiva, i Dirottatori si sono procurati
un carrarmato (!), che è ancora al sicuro da qualche parte nella campagna
dell’Essex, contro il quale il servizio d’ordine non ha potuto far molto
(ma la polizia, arrivata in seguito, sì).

Le operazioni dei Dirottatori sono scherzi, ma scherzi seri. La
polizia arriva sempre a terminare la festa, però non ci sono mai state
conseguenze serie.

Ci si riunisce spesso in un certo pub dell’East End, che non rivelerò
per ovvi motivi. Abbiamo i nostri codici per l’abbigliamento e le nostre
parole d’ordine; c’è una mailing list con informazioni generali, ma i
dettagli importanti (appuntamenti, parole d’ordine ecc.) sono comunicate
da un server con SSL (crittografate).

Se c’è qualche potenziale agitatore che capita abbastanza spesso a
Londra, si faccia sentire.

Advertisements