<!– Poeta orsacchiotto, critico violento –>

Ieri fra un sonetto e una nota
critica
sull’opera della Rowling (successiva a quella più
approfondita che si trova qui), ho ricevuto un SMS da Gina, che mi
comunicava di essere al matrimonio della sorella, augurandosi incontri
rilassanti nel prossimo futuro. Devo continuare a trattarla male come da
teorema, o posso lasciarmi andare ed essere
il galante orsacchiotto che custodisco al mio interno, sicuro d’essere
ormai apprezzato dopo l’indispensabile fase di violenza verbale
iniziale? Oppure forse mi conviene lasciar perdere del tutto, visto che
in fondo la fanciulla non m’interessa più di tanto? Dilemmi.

Soprattutto, ho ricevuto una telefonata di Teresa foriera
d’interessanti novità, che meritano un post a
parte
.

Advertisements