<!– Ancora su Mara e mare –>

A posteriori, (gnikk! bello bello a posteriori! Tettabbella, ma pure apposteriore sta messa benebene! Gnurf, gnikk, slurf!) (zitto tu, cretino, che non capisci un… hm, non capisci niente), dicevo, a
posteriori: ieri notte Mara non c’era. Ahi ahi, brutto segno. Non ha neanche risposto al mio messaggio:


Delusione non
trovarti ieri! Eri fra
le attrattive della
serata. Cmq anche
in tua assenza ce
la siamo cavata:
bagno&tutto il
resto
meraviglioso.E
stasera? 😉

Fra poco la chiamo per capire come stanno le cose. Sempre ammesso che mi
faccia capire qualcosa, quella. Donne, pfui.

A parte lei, è stata una serata meravigliosa: bagno notturno in un
mare d’incanto, tre-quattr’ore sulla spiaggia, un falò a una decina di
metri che forniva quel poco di luce che non guasta, e l’acqua più
splendida di quest’anno, almeno per me che ne sono ancora abbastanza a
digiuno. Amici sereni e buona compagnia. Al ritorno, la carovana di
vespe e moto s’è fermata in un posto di fiducia per danesi e cornetti
con cappuccino tonificante. Potrei riassumere poeticamente come
segue:


Devo dire, non me ne importa niente

se Mara ieri notte è stata assente.

Passai una notte d’intensa felicità

alla facciaccia di chi non me la dà.


Poi l’ho chiamata. Il mio SMS si era perso nel nulla, dice.
Non è venuta perché si è trasferita nella località balneare
che era il suo motivo per scendere al sud.

“Sono qui, vieni dai, si beve qualcoza, poi fra qualche giorno c’è la
grigliata dal tuo amico, ci si vede sicurameente lì, ma anche prima,
eh… io poi rimango qui due settimane, quindi dai vediamoci…”
Le ho detto che io non mi trattengo molto qui intorno: fra pochi
giorni parto, al che lei: “beh, allora abbiamo solo pochi giorni per
vederci; bisogna sfruttarli bene!”. Sinceramente, è più di quanto
m’aspettassi.

La mia diagnosi: lacuggina le ha detto (o ha lasciato trasparire) che
mi si farebbe se fosse lecito, o comunque che sono potenzialmente
interessante (come Mara già aveva capito da sola, peraltro). La Mara,
essendo in caccia e in vacanza, mi ha eletto possibile scopata estiva
agosto 2008 e sta implementando il programma elettorale meneghinamente:
senza indugi e con distaccata efficienza.

Advertisements