<!– Il cane sul fienile –>

Teresa mi tempesta di email. Non è mai stata così attiva. Mi racconta la sua vita, mi chiede quando torno, si autoinvita a cena o a pranzo, mi dice che le manco e mi manda baci. Io rispondo ammiccante ma distante: non ho più voglia di giocare. Né di fare sul serio, almeno non con lei.

Penso che se per caso mi mostrassi interessato, tenero e disponibile a concedermi come lei desidera, il suo atteggiamento tornerebbe preziosuccio e altezzoso. Le donne, pfui! Molte si comportano così. In realtà vuole soltanto tenermi al guinzaglio o, come dicono qui, “avere il cane sul fienile”. Ecco l’espressione che ho cercato tutto questo tempo quando parlavo di lei!

Forse non s’è ancora accorta che non sono un cane, ma un gatto.

Advertisements