<!– Musica per testicoli, martello e telefono –>

“Ti volevo invitaree… a casaa… perché mi shcoccio di uscireee…,
poi ho pensatoo… è meglio una telefonataa… ma se disturbo dimmeloo… però mi spunterà una lacrimaa…”

A questa ouverture sono seguiti 70 minuti 70 di telefono…

(omissis)


…e un SMS.


Ciclette fatta.
passo la lettura e
vado dirett tra le
braccia di
morfeo..Volevo
dirti grazie xla
ventata di aria
pulita

[Pulita sta minchia. Apri le gambe o taci per sempre.]

Sono sopravvissuto a tutto ciò ascoltando la Musica per archi, percussioni e celesta di Bartók prima, durante e dopo la telefonata; non la versione linkata qua sotto, ma la registrazione Deutsche Grammophone di Chicago Symphony & Boulez.

Il primo movimento è malinconico e astratto, carico di tensione. Il secondo è quasi come se fosse lo scherzo di una sonata o sinfonia – potrebbe essere un commento sonoro adeguato per un inseguimento di Tem&Jerry. Il terzo è tematicamente legato al primo ma molto più inquietante; fu scelto da Kubrick, raffinato intenditore di musica contemporanea, per alcune scene di The Shining. Nel quarto movimento torna un tempo veloce e addirittura una certa cantabilità (senza esagerare, eh).

(Il primo movimento su YouTube. Nella stessa pagina ci sono anche gli altri tre movimenti).

Advertisements