<!– Tentazioni irricevibili –>

Abbondano le tentazioni irricevibili. Teresa mi bombarda, evabbè, ma è
irricevibile. Oggi poi ho incontrato Delia. Evabbè che è un
periodo in cui sono decisamente in forma, ma appena mi ha intravisto mi ha
sorriso, si è accostata e si è messa a parlare come se avessimo diviso ben altro
che lavoro. Lavoro, sì. Sigh, è una collega e non si tocca. Irricevibile. Sigh sigh.
(kuesta regola ke nn si tocca, io nn capisco, xke, accosa serve? nn serve a
nyente, uffi uffi, scemo juan fissato lui e la regola, uffi).
Io avevo un
po’ di fretta e poi non volevo rimanere a combattere con Juanito, quindi ho
tagliato più corto che potevo anche se – lo ammetto – l’ho fatto controvoglia. Nel
salutarci, Delia mi ha sfiorato un braccio con la mano, come per trattenermi. Ha
un bel tocco delicato. Sigh.

Advertisements