<!– Il tè del pomeriggio –>

Ho passato un intero pomeriggio a preparare Chai Masala.

Il misto di spezie alla base del Masala Chai (tè speziato all’indiana) è perlopiù composto da cardamomo, cannnella, anice stellato, zenzero, chiodi di garofano e pepe nero. Il cardamomo e i chiodi li ho tostati leggermente, altrimenti ridurli in polvere col mortaio sarebbe stata una fatica d’Ercole. La cannella l’ho tostata di più. Per lo zenzero ho dovuto preferire quello in polvere alla radice fresca, troppo difficile da polverizzare.

Nell’India settentrionale preparano il chai con una miscela di acqua e latte (intero e di bufala – le mucche ovviamente non si toccano). Ci mettono un bel po’ di tè nero di quello forte – il maltoso Assam o simili – e una generosa dose di questo masala. Lasciano bollire, a volte anche per dei minuti. Zuccherano spudoratamente. Servono in bicchierini tipo caffè. Scura libidine!

Io invece me lo faccio addomesticato all’inglese: fatto con l’acqua, corretto con uno sbruffo di latte (semiscremato e di mucca – le bufale sono solo per le mozzarelle, sigh) e senza zucchero. Non ho tè Assam disponibile al momento (non voglio aprire un’altra scatola); approssimo con del Gunpowder. La nota dominante nel masala è nettamente il cardamomo, che vince sempre su tutto. Annuso, sorseggio, deglutisco. Ashanti…

Advertisements