<!– Eccesso di comunicazione –>

In questo periodo sono invaso da comunicazioni eccessive. Un mio allievo mi tempesta su MSN e fa domande che con l’armonia non c’entrano niente. Prima mi dice che non riesce a dire di no alla sua ragazza, qualsiasi cosa gli chieda. E io gli suggerisco di fare l’analisi armonica di Servi della gleba di Elio e le Storie Tese. Oggi mi si ripropone.

allievo: juan, cosa vuol dire “sfaccimme”?

cioè s’intende il seme maschile?


juanriccio: 😐 iù shpicc napolitann, yess??

non devi chiederle a me queste cose. Vai al bar sport.

Se poi ti sfottono a sangue te la sei meritata.


allievo: io credevo che volesse dire forte, bello


juanriccio: aeeehhhhh… etimologicamente è la prima che hai detto.

Poi “coi cazzi” -> figo, “cazzuto” -> figo, “nu cazzo ‘e…” -> figo,

hanno determinato per attrazione “sfaccimmo” -> figo.


allievo: ho capito mi sono imparato una cosa nuova


juanriccio: 😐

In questo contesto di eccesso di comunicazione, Teresa ci sguazza come
un pesciolino felice.


Ciao son un pò impegn
anch’io in questo
periodo xo se fai qualc
di bello fam sap cerco
di ven.sopratt x il
fine sett. in questi
gg ho sciolto un imp
nodo.che ti racconterò.
Un bacio

Non le ho risposto.

Per fortuna, in mezzo a tutta questa fuffa, ci sono state comunicazioni con una
persona che invece mi sono piaciute anzichenò. No, non si tratta di un uomo.

Advertisements