<!– The naked truth –>

Complice Fausto il corruttore, la mia doppia vita a Cyrodiil continua. Pochi giorni fa sono andato in missione per conto di un semideo che preferisce rimanere anonimo; si trattava di guastare una festa. L’imprecisato semideo committente mi ha ripagato con un po’ di soldi – che fanno sì comodo, ma per fortuna campo bene vendendo pozioni. La mia vera ricompensa, ben più importante del vile oro, è stata imparare due trucchi. Il primo trucco è un po’ complicato e non vale la pena parlarne; il secondo invece è davvero semplice e l’ho subito usato: sono tornato a Bruma per una lezione da Alga.

Alga prima del trucco

Alga prima del mio innocente scherzetto

Alga dopo il trucco

Alga dopo il mio innocente scherzetto

(ué, ma tene ‘e zizze cchiù piccerelle ‘e comme me pareva a mme!) (Aeh, Juanì, pure qua? Ma mi vuoi lasciare in pace almeno a Cyrodiil?)

Ancora una volta ho sentito una fitta d’invidia parlando con Honmund, cercatore d’argento, l’uomo con cui Alga convive. Sembra una brava persona e probabilmente hanno una vita felice. Il fatto che non siano sposati – né usino la parola-F – non vuol dire granché: qui al nord non è troppo insolito vivere insieme senza martirimonio; anzi, secondo me così il loro legame è ancora più vero, perché totalmente laico e lontano dalle convenzioni bigotte in voga nel sud del paese.

Honmund, un brav'uomo

Honmund, l’uomo di Alga, una brava persona

Sarebbe molto semplice per me far infatuare Alga con due gocce aggiunte di nascosto a un bicchiere di vino. Addirittura, potrei eliminare Honmund in modo rapido e silenzioso, sicuro di farla franca; dopo pochi mesi sarebbe un gioco da ragazzi consolare Alga dal breve lutto. Eppure, nonostante io sia un avventuriero, qualche scrupolo ce l’ho. Che diritto ho d’interferire con la loro felicità? Mi ripugna avere di questi pensieri. Basta, devo smettere di vederla. E per le lezioni di retorica – al diavolo la retorica! Mi rivolgerò all’altro insegnante disponibile – so che vive in un paesino della Costa D’Oro.

Gli ultimi due viaggi a Cyrodiil mi hanno fatto capire che le missioni ai limiti della legalità mi divertono più di quelle rispettabili – la guerra fra Bene e Male servirà pure a salvare il mondo, ma alla fine viene a noia. Ho deciso: se ne avrò occasione, m’iscriverò all’albo dei killer professionisti.

Advertisements