<!– Il buon giorno si vede dal mattino –>

Fermato dai carabinieri per un controllo casuale, scopro che uno dei fari ha
una delle lampadine che è fulminata e funziona solo a metà. Settantotto euri.
Scopro anche che la revisione è scaduta a luglio. Centocinquanta euri, ritiro
del libretto, obbligo di revisione alla motorizzazione (non da un qualsiasi
meccanico convenzionato). In pratica, oltre a dire addio ai duecentotrenta
euretti che prendono il volo, avrò anche la macchina ferma per almeno una
settimana. Meno male che ho la mia macchina; lei sì è in condizioni impeccabili,
altrimenti domani ero davvero nella cacca fino al collo.

Torno a casa dopo questa piccola disavventura con i testicoli che vivono di
vita propria e hanno acquisito un moto elicoidale inarrestabile. Non c’è nessuno
da cui ritornare, nessuno che mi aspetti, nessuno per cui cucinare e con cui
passare il resto della serata. Neanche Rebecca. L’irritazione attiva e volatile lascia il
posto a un malessere persistente, sordo e malinconico.

Quest’autunno non mi dice niente di buono. Posso già intuire come sarà l’inverno imminente.

Advertisements