<!– Indignados americanos –>

I paesi che sono stati culle del comunismo – la Russia, la Cina – inseguono un ideale "occidentale" di ricchezza capitalista infarcito di disuguaglianze e disperazione. Intanto l'occidente forse incomincia a ripensarci; anche negli Stati Uniti, dove la parola "comunista" è un insulto, un movimento popolare rifiuta la finanza disinvolta e le disgustose sperequazioni del sogno americano. Trudeau da più di quarant'anni registra la realtà e la fotografa nelle sue vignette quotidiane. Questa è di ieri.

Idignados americanos

Dato di fatto: L'1% più ricco delle persone in questo paese ha nelle mani il 24% del reddito totale! Dato di fatto: I 400 americani più ricchi possiedono più ricchezza che la metà di tutti gli Americani messi insieme! Dato di fatto: Ci sono 224 milionari al Congresso! L'anno scorso i lobbisti hanno speso 351 miliardi per farsi ascoltare da loro! – Dato di fatto: mi unisco alla marcia, di brutto!
– Io… di bb..brutto… no.

I due personaggi principali sono quelli che appaiono nell'ultima vignetta. Come al solito sono emblematici della società americana di oggi: Lei è Alex, figlia del baby-boomer Mike Doonesbury, ricca da quando il papà è entrato in borsa con la sua società hi-tech, geniale sin da bimba, co-artefice del successo paterno, entusiastica sostenitrice di Obama attraverso l'attivismo web, ex-blogger con un certo seguito, attualmente studente al MIT.

Il ragazzo di Alex è Toggle, giovane reduce dall'Iraq, estrazione sociale bassa, figlio di una ex ragazza madre, balbuziente e appassionato di heavy metal, attualmente recordista presso uno studio di registrazione. Un ragazzo di carattere mite e benvoluto da tutti.

Alex incarna l'archetipo del radical-chic americano: istruita, informata, intelligente. Toggle spesso mostra il buonsenso dei meno fortunati, lui che dalla vita non ha mai avuto niente – niente tranne Alex.

Advertisements